Pages

domenica 26 maggio 2013

FAQ [ef-ey-kyoo]* #°1

Cosa sono le F.A.Q. ?
Nel mio Blog sono le domande che ogni cliente ha in mente ma che spesso non espone.
Mi piacerebbe davvero riuscire a rispondere ad alcune di esse attraverso la mia esperienza e magari con la collaborazione di colleghi e operatori del settore.
La prima domanda l'ho raccolta settimana scorsa da un Product Manager di una grande azienda che mi ha chiesto :
" Perchè i tempi di consegna di uno stampato (leaflet , depliant , cataloghi ) sono così variabili da fornitore a fornitore ?"






Provo ad abbozzare una risposta  .
Fino a qualche anno fa il mercato della stampa era diviso in modo abbastanza netto.
C'erano le aziende che stampavano in grande formato (100 x 140 / 120 x 160) che si rivolgevano al mercato delle grandi tirature ovvero da 100.000 copie in su di solito programmate con largo anticipo.
A seguire venivano le aziende che lavoravano su formato standard (70 x 100) che rispondevano bene alla richiesta di stampati di alta qualità , tirature tra i 10.000 e i 100.000 pezzi , in tempi medi.
Per ultime venivano le aziende che lavoravano su formati piccoli , 50 x 70 e 35 x 50 , che rispondevano bene alla domanda di piccole tirature in tempi brevissimi.
In alcuni casi le aziende si dotavano di macchine per la piegatura , spillatura e rilegatura , portando all'interno tutti i passaggi di lavorazione e diventando così estremamente flessibili e veloci.
Quello che è successo negli ultimi anni è che la crisi ha spinto le aziende di stampa a inseguire qualsiasi tipo di commessa senza tenere in debito conto le strutture e il proprio know how.*
Il cliente d'altro canto non ha altri strumenti che la valutazione del prezzo e i campioni di precedenti produzioni che gli vengono mostrati.
Affidare quindi la commessa ad una azienda che non è quella giusta espone al rischio di ritardi dovuti alle difficoltà che questa incontrerà nel corso del lavoro.
La chiave per avere un lavoro nei tempi desiderati è quindi individuare l'azienda con le strutture adatte al tipo di prodotto che viene richiesto.
Le variabili principali da valutare sono :
  • Il formato di stampa : di cui ho già parlato poco sopra e fornito qualche dato per orientarsi.
  • La presenza di macchine per la legatoria  : chi non ha questo tipo di macchine si deve rivolgere all'esterno allungando i tempi di consegna.
  • L'utilizzo di formati standard , carte speciali o lavorazioni particolari : un catalogo con un formato diverso da quelli tradizionali , con finissaggi elaborati e carte che vanno ordinate a specifiche aziende sicuramente è destinato ad avere tempi di produzione più lunghi.
In sintesi prima di affidare uno stampato ad una azienda va valutata la complessità del progetto  ma soprattutto il tipo di macchinari dei quali il fornitore è dotato.
Di solito i siti internet delle aziende riportano queste informazioni.
Non dimentichiamo infine che al di sotto delle 1.000 copie si possono avere ottimi risultati in termini di tempi / costi  con la stampa digitale mentre se si necessita di un prodotto standard e molto basico ci si può rivolgere alle aziende che operano on line.
La discussione che questo post ha generato su linkedin ha portato ad aggiungere alcuni punti :
- La produzione di qualità è diventata residuale e di nicchia quindi appannaggio di pochi.
- Il mercato della stampa commerciale sta andando in direzioni (web printing , digitale etc) i cui sviluppi sono difficili da prevedere e il cui riflsso sulle tempistiche di lavorazione è di difficile interpretazione
- Il contributo che poteva dare la stampa digitale è stato in parte vanificato da una mancata comprensione delle possibilità e dei limiti del mezzo
- La velocità di produzione dipende anche dalla politica di posizionamento dello stampatore che può scegliere di avere una poilitica orientata alla stampa on demand ma che comporta standardizzazione del prodotto e un magazzino carte sempre ben fornito ma il cui peso finanziario va valutato accuratamente


* la frase non contiene alcun giudizio , è una amara constatazione.